• massimiliano massimi

Nonna Sofia - La filosofia incontra un bambino. (l'incipit del mio libro)



E tu chi sei?

Perdonami per questa maldestra intrusione, spero di non averti spaventato. Puoi chiamarmi Nonna Sofia perché come vedi sono una vecchia signora. Mi piacerebbe conversare con te se me lo consentissi.

Con me? E di cosa vorresti parlarmi?

Mio caro figliolo, devi sapere prima di ogni altra cosa, che purtroppo sono stata colpita da un incantesimo da cui non posso più liberarmi.

Un incantesimo?!

Si proprio un incantesimo. Ora ti spiego se avrai pazienza. Come puoi vedere, sono vecchia e malandata e l’unico modo per mantenermi in vita è quello di prendere un po’ di energia dagli incontri speciali, come il nostro. Ringiovanisco un pochino ad ogni sospiro di curiosità e di incanto per il nuovo, per ciò che non è ancora conosciuto e tu mi stai dimostrando proprio questo. Allora ne approfitto se non ti dispiace. Sono sicura che saprò ripagarti per questo tuo gesto di comprensione nei miei confronti, se manterrai viva la tua attenzione e il tuo interesse per ciò che ti dirò. Ti chiedo ancora scusa per essermi presentata così all’improvviso ma vorrei dirti, anche se ti potrà sembrare strano perché pensi di non averlo fatto, che sei tu stesso che mi hai chiamata e continuerai a farlo ogni qual volta ti porrai delle domande importanti che sono il sintomo della tua splendida vivacità e curiosità. L’altra notte, mentre guardavi il cielo stellato e la luna piena, ho sentito quando ti interrogavi su quanto fosse grande l’universo e se potesse finire un giorno o l’altro oppure quella mattina, quando ti stavi chiedendo se fosse stato corretto il tuo comportamento nei confronti di tua madre avendole risposto in tono sgarbato. Sono state queste tue riflessioni a lanciarmi un messaggio e così sono arrivata. Ebbene si, potrò rimanere in vita soltanto se sarò alimentata dallo stupore e dalla meraviglia di coloro che hanno dentro il fuoco sacro della scoperta e si sentono degli esploratori di nuovi mondi possibili, facendosi domande, facendo domande, interrogandosi e interrogando. Come te. Ma avrai notato che non ti sono apparsa subito, ho aspettato di verificare la tua predisposizione al viaggio della conoscenza, prima di rivelarmi. Ti può interessare continuare?


2 visualizzazioni
2016 by La Kitchen