• massimiliano massimi

Il Successo e il Fato

Mi trovavo a sorseggiare un aperitivo con lo sguardo verso le onde del mare in un tardo pomeriggio invernale, con ancora un po’ di sole dentro, quando si raccolsero intorno a me dei frequentatori abituali del posto: un gruppo di uccellini che avevano trovato la loro oasi gastronomica.

Si prodigavano in una danza scomposta fatta di tentativi timorosi di avvicinamento e rapide marce indietro.

Mi venne in mente di proporgli un piccolo esperimento di psicologia sociale e così lanciai dei pezzettini di patatine in busta abbastanza lontano da garantirgli la sicurezza della beccata senza destare preoccupazione.

Come supponevo, si lanciavano felici sul tubero e volavano via a mangiarlo da qualche altra parte, senza occhi indiscreti.

Piano piano riducevo la distanza del lancio cercando di costringerli a misurare il loro coraggio interiore. La risposta del loro comportamento non fu diversa da ciò che avevo immaginato anche in questa seconda parte dell’esperimento infatti rimanevano ai margini,impauriti dalla mia presenza e con la gola insoddisfatta.

Fin quando uno di loro, temerario e coraggioso o soltanto più affamato, decise che fosse arrivato il momento di avventurarsi in un’ impresa difficile e dall’ esito incerto. Con un guizzo fulmineo atterrò sul grande pezzo di patatina a poca distanza dal mio piede, lo afferrò al primo colpo e scattò via come un lampo di un temporale.

Posso pensare che venne acclamato come un eroe dai suoi simili in quel momento e probabilmente si parlerà ancora di lui nella comunità degli avventori volatili di quel posto, sarà sicuramente portato ad esempio nei loro corsi di formazione come uccello impavido e coraggioso.

Penso che in parte si sia meritato tutto quel successo.

Ha fatto tutto ciò che era in suo potere, ha raccolto tutte le sue energie e usato tutte le sue capacità.

Ma tutto ciò non sarebbe bastato se Io lo avessi calpestato nell’esatto momento in cui era vicino al mio piede.

Io, per lui, in quell’ istante, ero il Fato.

E, ho deciso di essere benevolo.

2008 by La Kitchen