• massimiliano massimi

La Next Generation EU/IT la deve costruire l' Attuale Generazione.

L’imponente piano finanziario predisposto dalla Commissione Europea a seguito dell’emergenza Covid, è stato chiamato “Next Generation EU”.

Spero che la scelta del nome non sia soltanto un titolo ad effetto ma sia invece un memo per tutti.


All’Italia arriveranno, se Dio vuole (è d’obbligo rivolgersi un pensiero metafisico quando si tratta del nostro Paese), 209 mld di euro. Siamo la nazione che ha la più grande fetta dell’intero importo, ci segue la Spagna con 140 mld.


E’ vero che la gran parte della disponibilità è un debito che ci impegna alla restituzione prima o poi ma un prestito lo si può chiedere per sperperarlo oppure per renderlo enzimatico, generativo di altra ricchezza. Altra, nuova e diversa ricchezza per la Next Generation. Per i nostri figli e nipoti, per essere più chiari.


L’allocazione di queste risorse descriverà lo scenario economico e occupazionale futuro; per cosa saranno impegnate definirà il percorso di crescita delle imprese e del lavoro.

E’ un compito delicato, difficile e oserei dire anche un evento irripetibile vista la straordinarietà dell’importo totale messo a disposizione per noi italiani.


In questa fragile situazione sarebbe opportuno che, prima di dipingere il nuovo quadro con i colori dei soldi, ci si dedichi alla costruzione della cornice che lo contenga; a quel perimetro che definisca i contorni della tela e li valorizzi; a quell’orizzonte lontano per lo sguardo ma vicino per il cuore.


Avremo la capacità e la saggezza di costruire una nuova vision che accolga i bisogni e i desideri della next generation?


Riusciremo ad andare verso quei lidi così tanto ben descritti nei convegni e tavole rotonde dove si esprime una nuova crescita che sia al contempo economicamente valida, ecologicamente sostenibile e socialmente equa?

Mai come questa volta abbiamo la possibilità di poterlo fare.

In particolare, esorto con determinazione e affetto proprio coloro che saranno gli eredi di queste scelte a diventarne al contempo anche i protagonisti, ora e subito.


Che fine ha fatto quel moderno, vivace e intelligente movimento ittico che sembrava dovesse rivoluzionare il paese?


Dov’è la rete degli studenti universitari?


Dove sono le assemblee su Zoom degli studenti delle superiori?


Organizzatevi, discutete e sintetizzate documenti e proposte; movimentate i social se non potete scendere in piazza, condizionate il dibattito con proposte serie e intelligenti.


Cari ragazzi, se non ora quando?


Decidete ora se essere gli sceneggiatori e gli attori del vostro film oppure le comparse disilluse e amareggiate.


Prendete ora la consapevolezza che siete voi la NEXT GENERATION EU/IT.

2008 by La Kitchen